Shattered doll, so innocent

Ancora non ci riesco a credere, pur avendo ricevuto da giorni la notizia. Non capisco perché l’hai fatto, anche se non eravamo amici. Non ti conoscevo bene, non sapevo cos’avevi per la testa, non sapevo le tue sofferenze, ma la profondità della tua anima – quella sì, me l’avevi ampiamente dimostrata. Ripenso da giorni a quel sorriso, a quella voce leggera e a quegli occhi capaci di scavarmi dentro fino a tirarmi fuori parole che non pensavo di dirti, conoscendoti da così poco tempo. Quello che non capisco, soprattutto, è il perché di un gesto che sembra perseguitarmi. Tu mi fai male, hai infilato il tuo nome in quella cerchia di persone meravigliose che non avrebbero mai dovuto andarsene, specie in quel modo – per l’ennesima volta. Tu sei stata la vittima di farmaci, di persone, della tua stessa immensa umanità: troppo grande per essere contenuta in quegli occhi.

Can she pick herself up again?

Eri assolutamente splendida, uno di quei fili di arcobaleno che trivella il petto e scava fino ad uscire dall’altro lato, grondante dolori, speranze, immani dinieghi. Sapevi scavare dentro chiunque, sapevi trovare l’essenza delle persone. Non sono qui a dire che eri una bella persona, che mi mancherai – non ti conoscevo abbastanza.  Ma mi mancherà sapere che eri al mondo, quello sì.
Perché eri davvero bella. Bella come poche persone che ho incontrato nella mia vita.

 

The world will see that she had enough.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: