Le orecchie sono cadute

Il vento è finito, le urla schioccano ma sono ondate d’oceano schiantate sugli scogli, bianche d’avorio incredulo e madido di sudore. Parli, parli – urli, ma non succede niente. Tutto si riconduce, tutto si lega, tutto porta sempre lì.
Verde, giallo, rosso, nero, non importano i colori della tua anima, se sei stato trasparente, neppure un trasparente maleodorante. Stinco d’anima di santo, fratturato in maniera esilarante, e scomposta. Pietre d’urina d’oro e preziose, sprecate nel vento gocciolante ricordi. Annullamenti di cassette, tracce che continuano a ripetersi.

Una strada persa che non ritroverai.
Luci spente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: