Ramingo del mondo ideale

Non ho una casa dove tornare.
Un amore da abbracciare, un sogno da sposare, una vista da scorgere, una cima da cui osservare compiaciuto la strada percorse. Vedo cirri, strati e strati di densa gelatina sentimentale incrostata su emozioni e rimpianti, appiccica l’anima, incolla i desideri e piastra gli sguardi. Lappo dalle gambe della vita, mi spingo in profondità senza darle tregua ma con ritmici colpi e sospiri. Guardo dal finestrino del treno scorgendo buio e monotonia, sorrisi di circostanza e gioie sincere senza un perché.

Ricordi quei tempi – ancora aquilotto – dove mangiavi gli avanzi della virilità svenata altrui, degustando le storie di passione e di morte, di gotico e dispotico. Sognavi di volare in un mondo ideale, mentre ora del mondo è rimasto un aeroplano da disegnare e da lanciare dalla finestra speranzoso, sperando che atterri nel mare più profondo.

Una Risposta to “Ramingo del mondo ideale”

  1. Potresti trovare qualcosa di molto prezioso in quel mare -e se fosse più profondo del cielo? Atterra assieme a quell’aeroplano; quando riemergerai, il tuo mondo sarà ancora lì ad aspettarti. I sogni hanno vita eterna, ma amano nascondersi nei più remoti angoli dell’anima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: