Quantità di soli persi

Brucio i polmoni respirando quest’aria così pura di solitudine,
poggiando la testa sulla spalla della vita chiedendole sospiri,
ottengo insulti e tristezza, il peso delle stelle tutto sulla schiena,
mangiando quei respiri che non ho saputo proferire,
mi getto infine tra le sue braccia chiedendole spiegazioni.

L’unica risposta che ottengo è sì, sì, sì, mille volte sì. L’unica domanda che pongo è quella lì, che mi ronza nelle orecchie oramai da tempo.

Bisogna aver chiare le domande, prima di domandare risposte.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: