Parole…

Io questa cosa delle parole e dell’età non la capirò mai. Se ne stanno li rintanate, nascoste in un angolo di cuore, senza affacciarsi, con espressioni triste e distaccate. Dolci, incredibilmente dolci. Vomito d’ape. Mi piacerebbe riuscire a costruire una ragnatela d’emozioni per imbrigliarle, far sì che siano indissolubilmente legate, camminando mano nella mano come buona sorelle. Eppure, più passa il tempo più stanno lì, cancro metastatico della modernità, scevre della loro poesia originaria ed utili soltanto per fini d’amore personale, valanghe d’oropensiero a soffocarne il respiro. L’oropensiero, cancro non metastatico dell’uomo che sono sempre stato. Piove fortissimo, il cielo mi dona conforto. Il silenzio non c’è sotto l’acqua. Ed io, con questa mancanza, non tollero più alcun silenzio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: