Bang.

Senti il suono di qualcosa che una volta ti apparteneva. Un fluido caldo che scorre nelle vene, cacciando tutta la malvagità che sai risiedere appostata nel cuore.
Desiderio di Rosso, ardente desiderio di azzannare il Bianconiglio. Bloccarne la corsa, e, delicatamente, succhiargli l’anima.
Tutte queste conseguenze. Non sono mai stato bravo a valutare le conseguenze. Ciò che realmente amo sono le cause. Amo essere la causa di qualcosa, sentirmi il pieno responsabile di eventi in movimento. Non credo di aver mai avuto interesse alle conseguenze.

E’ un piacere per gli occhi, osservarti. Capelli neri, fluenti come la seta, che accarezzano i delicati lineamenti del viso scavato dal dolore. Occhi grigi capaci di riflettere emozioni. L’andatura elegante, il suono delle tavolette di cioccolato provocato dai tacchi, la grazia di un ballo d’esistenza infinita.

Pallida, come la vita che ti hanno tolto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: