POLITICA

La politica – “l’arte di governare una città”- dal greco “polis”: città, per l’appunto.
Vedo ogni giorno torme di persone scagliarsi addosso maledizioni ed improperi, per la politica; com’essa non fosse fatta per loro – da loro.
Vedo ogni giorno anime vaganti che si appendono a stemmi pur di dare un senso alla loro non-esistenza.
Uomini che rappresentano altri uomini, che lottano per uccidere le “scimmie dei loro ideali”, persino. La Teoria dell’Evoluzione Biologica, in quest’ambito, non è assolutamente fondata.
– Lo è mai stata?
Sento addosso il peso di anni che non ho. Sguardi sbagliati, parole sbagliate, Tempo sbagliato.
Avevi ragione, Ciel.

Italia, la stupenda Signora vestita di un leggero velo tricolore, sta ormai vagando senza più corteggiatori, ma solo molestatori.
Quasi nessuno oramai sa più come chiamarla, carezzarla, farla sentire Viva.
E vi uccidete, in nome di qualcosa che, spesso, nemmeno conoscete a fondo, o condividete.
Per il gusto di appartenere -Sentirsi parte di, direbbe qualcuno.
Qualcuno che amo così tanto…
E dov’è il mio Armand, col suo cinismo e la sua semplicità, la sua erudizione classica ?
Dovrebbe tenere lezioni di classicismo a molta gente. Non perchè il classico sia bello e giusto;
semplicemente, per insegnare il significato della parola “semplicità” ad un mondo ove la complessità è, par excellence, il valore più alto e significativo.

Il valore di una persona non è determinato dai concetti comunicati, ma dalla complessità con cui li esprime.
Louis, tu invece giudicheresti sicuramente tutti fin troppo positivamente. Hai sempre amato troppo profondamente il genere umano, fino a renderti cieco.
E mia madre, Gabrielle? Oh, lei fa benissimo a vivere la sua vita indistintamente dagli altri.
Chissà quando la rivedrò. Eppure, è sempre vicina a me.
Invidio il suo menefreghismo, a volte.

Non è una tragedia greca. Non c’è un deus ex machina che salva la situazione. Eppure, sembra tutta una strana opera del miglior Vaudeville.
E’ la tua vita; e sta finendo, goccia dopo goccia.
Vale la pena sprecarla combattendo cause inesistenti -persino uccidersi, per i soldi altrui! quanto mi divertite-  invece di imparare ad Amare?
Amare, che sapore dolciastro e masochista…
Una cosa non esclude l’altra, mi risponderà la persona chiusa di mente e freddamente razionale.
“Continui pure allora, continui pure” – a morire, secondo dopo secondo.
Troppo tardi ti accorgerai di aver combattuto contro mulini a vento per una vita.

Ma a chi parlo, io?
Oh, ma a nessuno, certamente.
Quando si parla, non è importante essere ascoltati, se si hanno le idee chiare.
Quanto amo – AMO – tutto ciò.

Lestat

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: