Questa volta

“E, a volte, l’impazienza.

Ci logora. Ci distrugge. Fa male.
L’amore incodizionato. La devozione.
Certo.”

Ma tanto, a chi importa. L’esplosione, il fragore, il tuono.
Tutto quello è l’esterno, non c’è nessuno che ne sia toccato.
O è l’interno?
A volte vorrei mentire fino a perdere totalmente in senso della realtà.
E invece no, so sempre quando mento.

Guardatemi, per favore. Sono qui, davanti a voi, estraneo tra estranei,
a brillare di luce funesta e oscura.

Ma voi mi adorate, non è vero?
E’ questo il genere di piacere che adorate.
La luce nefasta che vi urta sono le carezze che avete sempre desiderato.
Sono qui per accontentare i vostri desideri – ed i miei.

Solo per farsi notare.
Solo per farsi amare.

…”Solo per condividere questa immensa solitudine che mi circonda.”

Perchè, in fondo, il vampiro è immortale,  no?
Grida poesie e tragedie in teatri vuoti, con solo il suo eco ad ascoltarlo.
Menzogna. L’ennesima.
Quei teatri sono sempre pieni. Voi siete sempre lì a guardarmi, non potete farne a meno.
Perchè in bene -e soprattutto in male- non avete mai conosciuto nessuno come me.
E quanto credete di saperne di ciò che vi è nascosto?

La pelle, quella dell’anima, è dura come il marmo.
Continuate pure a colpirlo, non lo ucciderete.
Come il mitico Baldr.

Che poi, è morto per un colpo di vischio.

Ma chi sarà il mio vischio, dolce tesoro?
Vuoi esserlo tu?

Chi sa se ne sarai all’altezza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: