Il mondo è un bellissimo nulla

I capelli cadono sugli occhi a peso morto, senza una sistemazione, rifuggendo la logica dell’ordine impartitagli da una Mano Visibile, offuscando la vista, già sporca di macchie indelebili.
Quando si soffre d’insonnia, non si è mai realmente svegli, e non si è mai realmente addormentati. Si vive in uno strano mondo fatto di assurdità ed agitazione, fatto di corse sfrenate verso paesaggi nulli, guardando orologi rotti; continuamente, incessantemente.
Chiudendo gli occhi, speri in ciò che hai sempre rifuggito con tanto ardore, chiedendo pietà alla vita e arrendendoti ad essa, adesso, togliendo i catenacci che avevi imposto alla tua anima per far sì che la Nera Signora non vi accedesse.
Desideri l’oblio più totale, la morte, qualsiasi cosa.
Pur di dormire, saresti pronto a morire.
Ma non dormi, non totalmente; rimani anzi semi-sveglio, guardando il mondo con gli occhi di un sordo: non conosci limitazioni, non conosci freni, non conosci la logica.
La Dea ragione non ti illumina, o forse sei tu che preferisci restare girato dall’altra parte.
Perdi il senso di ciò per cui hai sempre combattuto, reputi tutti i valori assolutamente inutili. Scappi, corri, segui il Bianconiglio nella sua tana per scoprire quant’è profonda.
E più vai in basso, o in alto?, più scopri  di essere Solo, come sei sempre stato.
Ma era molto che non ti sentivi così, ed era necessario privarsi del sonno per provare emozioni che una volta erano  – disgraziatamente – innate.
Speri che quella tortura finisca e che, un giorno o l’altro, tu possa trovare la pace dell’Oblio.
Un sonno senza sogni perchè, a chi servono i sogni, quando si può vivere?
Eh già, quando si può vivere.
No.
La negazione dell’esistere.
No.
La negazione dell’anima.
No.
La negazione della bontà.
No.
La negazione di te stesso.
Contraddizioni meramente filosofiche per darti un tono, per sembrare l’intellettuale che non sei. Quando si è insonni, ci si rende conto di quanto sia patetica la propria vita. O forse, in generale, proprio la vita. Decisamente più probabile. Smetti di credere alle bugie che ti hanno sempre illuso, ti rendi conto che Babbo Natale non esiste, e non è mai esistito.
Ma sì, alla fine “il mondo è un bellissimo nulla”, ed io, no, non mi ci trovo bene.

Lestat

Una Risposta to “Il mondo è un bellissimo nulla”

  1. Tu, Manuel?

    La notte non ti appartiene.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: