Resoconto Pesaro.

  1. La prima parte la dedico ad Andrea, un ragazzo di 25 anni che ho conosciuto appena arrivato in palestra. Era un tronco di legno, non gli avrei dato tanto all’inizio.
    Poi l’ho conosciuto meglio, abbiamo legato e ci siamo sostenuti a vicenda fino a ieri, quando ha avuto l’occasione di provare tutto ciò che avevo visto in lui, da amico recente: un cuore grande tanto quanto la sua voglia di far bene.
    Un anno passato a fare sacrifici, ad allenarsi, a prendere botte, è servito a dargli il risultato che merita: l’ORO.
    Sono colmo di felicità e di orgoglio verso questo amico che mi ha sostenuto in alcuni momenti bui e che mi ha sempre incoraggiato, da quando lo conosco, nei miei sogni.
    Grandissimo Andrea, ribadisco che sei la cintura Verde col cuore più grande che io conosca.
  2. La seconda parte la dedico a Valentino ed Eleonora.
    Sul primo c’è poco da dire… Era teso come una corda di violino… Senza motivo.
    Si è dimostrato un vero alieno nel combattimento, un mostro di scioltezza e tecnica. Assolutamente fenomenale. Due combattimenti uno più spettacolare dell’altro.
    Quanto ad Eleonora… “Riccia, nana, ciccia& brufoli!”(testuali parole) ma anche lei ha tirato fuori una grinta sovrumana. 3 punti negli ultimi 3 secondi d’incontro con un avversaria che guardava dall’alto in basso.  Si commenta da solo, no?
  3. La terza parte la dedico al mio istruttore, il super-uomo.
    Credo di dovergli la medaglia più di quanto io la debba a me stesso, nonostante per problemi tecnici l’abbia deluso.
    Spero non ricapiti più
  4. La quarta, la dedico alla mia esperienza.
    Grandiosa esperienza di vita, devo ammetterlo, ma pessima esperienza a livello di gara.
    All’arrivo, la voglia di combattere già si faceva sentire.
    Assolutamente privo di tensione o preoccupazione, non vedevo l’ora di salire sul tatami, e quando è arrivata l’ora… Si è trasformato in un incubo.
    Gli avversari non erano un gran ché, devo ammetterlo, e quello più temerario è stato il mio paradenti.
    Non lasciando passare aria, mi ha costretto ad incontri praticamente in apnea, utilizzando pause e qualsiasi mezzo pur di respirare -di tanto in tanto.
    Anche gli addetti alla crocerossa, lì per verificare che tutto fosse apposto, si son resi conto che ero diventato bianco cadaverico. Tuttavia, ho tenuto duro.
    Nell’incontro valido per l’oro, ho letteralmente sommerso di calci il mio avversario, pur essendo in apnea. Non sono riuscito a seguire i consigli del mio istruttore in quanto ero in debito d’ossigeno palese, e non riuscivo a fare le cose che mi venivano chieste.
    Alla fine, ho ricevuto un calcio da parte sua alla gola, già traumatizzata dalla carenza d’ossigeno. Sono finito a terra, conteggiato, ma all’ “8” ho deciso che non avrei mollato.
    L’arbitro mi concede 40 secondi di recupero, trascorsi i quali mi porto al centro del tatami per finire l’incontro e… La vittoria viene assegnata a lui.
    I 40 secondi di recupero sono stati in realtà sottratti all’incontro con una pausa inesistente che quindi mi ha portato alla sconfitta per 8-7.
    Tristissimo epilogo di una tristissima gara dove non ho utilizzato nemmeno 1/10 dei calci che so fare.
    Dalla tribuna, gli amici mi hanno pure detto che 2-3 dei miei colpi palesemente andati a segno non sono stati assegnati. Ma questa, cari amici, è tutta un’altra storia.

2 Risposte to “Resoconto Pesaro.”

  1. Vali tanto oro quanto pesi. Sei e sarai sempre un oro, a prescindere da un incontro. Sei speciale, grazie di tutto!

  2. Cazzo Manuel😐
    Io ancora non faccio le gare, ma in qualche modo penso di aver sentito quello che hai provato, leggendo il post. Cazzo😐

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: